martedì 3 luglio 2007

La scoperta dei Canson

Alla ricerca di fogli di acetato un po piu spessi per un mio prossimo lavoretto mi sono imbattuta nei Canson, di cui sentivo sempre parlare: ok non sono belli come i Bazzill, pero' li trovo sotto casa e sono economici.
Questo e' il risultato, ho finalmente rifatto il minialbum di Tim Holtz con un Canson A3 per la struttura e un altro per le tag, tutto il resto e' fatto con avanzi del kit Romani di BasicGrey.
Manca il titolo...non so proprio che metterci!!















Di fretta e furia ho poi fatto poi questa card per dei miei amici che organizzavano un saggio per la loro scuola: e' una scatola di liquirizie..gliel'ho consegnanto insieme a dei mazzi di fiori e all'interno ho messo il programma della serata.





Questa foto in onore dell'esame fatto, il bellissimo chiostro di S.Paolo (1208-1230 eh eh lo so...):



e questa sono io che mi rilasso a casa dopo le fatiche di quest'anno, sono in VACANZA!!! Cioe', mentalmente, per il momento vado ancora al lavoro...


5 commenti:

kushi-kushi ha detto...

Anche io ho scoperto da poco i Canson... bello il colore che hai scelto! Sta molto bene con la collezione Romani!

valeria ha detto...

kushi ha scoperto da poco i canson.....io l'ho scoperto adesso con te gio'!!! devo dire che questo post è stato davvero piacevole da leggere e il tuo lavoro mi è piaciuto parecchio!!!!

Anonimo ha detto...

anche io li scopro ora, e non solo vedo solo ora il chistro di San Paolo anche abito vicinissimo!!!!
ma dove li hai trovati i canson? l'albumino è molto carino, brava!!!
Buone vacanze, anche se per il momento solo dallo studio...
a presto
Rachele

Giulia ha detto...

Canson! Sì sì molto più economici dei Bazzil senza dubbio ... carino l'albumetto del "ricchione" eheheheh ... e la foto dei delfini :0)

Giulia ha detto...

P.s. la foto dei piedi l'avrei evitata ... ti si può riconoscere no? Troppo personale!!!